Come educare un gatto a non mordere

Come educare un gatto a non mordere

Capire le ragioni per le quali il gatto morde e insegnargli a non farlo

I gatti sono creature meravigliose e imprevedibili ma a volte possono avere delle reazioni inaspettate. Ad esempio può capitare che il gatto abbia l’abitudine di mordere durante il gioco o quando viene accarezzato. Questo può capitare con ogni gatto indipendentemente dall’età e dal carattere. Bisogna precisare che i gatti si distinguono in due categorie principali, i gatti caldi e quelli freddi. I primi amano molto essere accarezzati e sono inclini a ricevere le coccole, i secondi non gradiscono molto il contatto fisico. In questo secondo caso è molto più probabile che il gatto sia incline a mordere quando viene toccato. Analizziamo in modo più approfondito le ragioni per le quali il gatto morde e come educarlo a non farlo.

LE RAGIONI PER LE QUALI IL GATTO PUÒ MORDERE

Per prima cosa bisogna precisare che unghie e denti sono le uniche armi di difesa delle quali il gatto dispone, è quindi normale che se si sente in qualche modo minacciato o anche infastidito si difenda mordendo o graffiando. Le ragioni per le quali il gatto può mordere sono diverse. Vediamo quali sono le principali:

  • Difesa
  • Fastidio
  • Reazione in seguito a regressione psichica

Il gatto di solito morde per difesa. Se viene toccato e in quel momento è poco incline a essere accarezzato può considerare il contatto fisico come un attacco e reagire per difendersi. Questo avviene soprattutto nei gatti molto diffidenti e che non amano essere essere accarezzati. La stessa cosa può avvenire quando il gatto viene infastidito. Se il nostro gattino sta magari dormendo o è impegnato in altra attività, le nostre carezze possono infastidirlo e può reagire mordendo. Un caso particolare si ha in caso di reazione a regressione psichica. La regressione psichica può avvenire quando il gatto si rilassa durante le coccole tanto da rivivere le sensazioni che provava quando veniva accudito dalla sua mamma. Quando il gatto si “risveglia” da questo stato può non riconoscere la persona che lo sta accarezzando e reagire con i morsi perché la considera una minaccia. È necessario, per evitare questi comportamenti, abituare il gattino sin da piccolo a essere accarezzato. È anche importante fare attenzione ad alcune parti del corpo come la pancia che sono più sensibili e possono creare fastidio quando vengono accarezzate.

COME EDUCARE UN GATTO A NON MORDERE 

Se il nostro gatto ha la cattiva abitudine di mordere quando viene accarezzato, possiamo educarlo con dei semplici comportamenti. Quando il gatto ci morde  possiamo battere forte le mani per richiamare la sua attenzione, questo metodo è efficace con i gatti più aggressivi ma sconsigliato con quelli timidi. In alternativa si può lasciare solo il gatto nel luogo in cui ha morso affinché associ il morso all’abbandono. Se invece si vuole optare per delle soluzioni meno drastiche, si può premiare il gattino dopo le coccole affinché associ i momenti di tenerezza al premio ricevuto. Quello che bisogna evitare sono le punizioni e le sgridate che oltre ad essere inutili sono controproducenti.

Con questi piccoli accorgimenti si può educare anche il gatto più irrequieto a farsi coccolare senza mordere.