Perché il gatto fa l’agguato?

Perché il gatto fa l’agguato?

Quando l’agguato è un gioco e quando è necessario correggere il comportamento

I gatti che vivono in casa, hanno bisogno di stimoli, perché anche per loro, come per i cani, è necessario soddisfare i bisogni. I gatti sono predatori, sebbene ormai si siano adattati a vivere sul divano, amano saltare, correre, arrampicarsi, vivere delle vere e proprie avventure!  Per loro è fondamentale giocare e in assenza di stimoli e svago, il gatto può annoiarsi e arrivare ad avere dei comportamenti che ai nostri occhi sono inadeguati, come ad esempio gli agguati a sorpresa ai nostri piedi.

Soprattutto nei cuccioli, l’agguato ha il puro scopo di gioco; nel gatto adulto, invece, le cause che spingono il gatto ad attaccare possono essere molteplici e di norma non c’è mai il desiderio di ferire o danneggiare l’umano. Semplicemente, spesso si tratta di uno sfogo e le motivazioni possono essere diverse.

AGGUATO COME MANIFESTAZIONE DI AFFETTO

Come nel cane, anche il gatto ha un linguaggio corporeo, che ovviamente per noi a volte può sembrare incomprensibile. Mordere, fin da cuccioli, è anch’essa una manifestazione di affetto, e la bocca è un modo per socializzare e conoscere. I piccoli morsi possono quindi essere un segno di amore o di riconoscenza in… gattese!

AGGUATO PER NOIA

Soprattutto nei gatti che rimangono soli per molte ore al giorno, è facile subentri la noia. Diventa quindi facile che, un gatto annoiato per essere stato da solo tutta la giornata, attacchi i piedi e le caviglie al nostro rientro.

MALESSERE

Proprio come nei bambini, per manifestare il malessere si possono scatenare dei comportamenti violenti, compresi gli agguati con graffi e morsi. Oltre ad essere fastidioso per noi, potrebbe diventare pericoloso anche per ospiti e bambini. Importante è capire il motivo del malessere del gatto e lavorare su quello per fargli perdere questa abitudine.

IGNORARE

Non incoraggiare questo tipo di comportamento è la chiave per iniziare a farlo sparire. Sgridarlo ha l’effetto opposto e non fa che rinforzare il comportamento: nella testa del gatto, infatti, è riuscito con un agguato, un morso o un graffio, ad attirare la vostra attenzione.
 

LE SOLUZIONI

Giocare, giocare e giocare! Dedicate del tempo al gioco insieme al vostro gatto e concentratevi su di lui, se avete un giardino allestitelo in sicurezza in modo che possa spendere un po' di tempo all’aria aperta oppure, come alternativa, pensate di adottare un secondo gatto in modo che abbia costantemente un compagno di giochi, che parla la sua stessa lingua e lo aiuti a non soffrire la solitudine.